passaporto dei figli

passaporto dei figli

Le nuove regole in materia di rilascio o di rinnovo del passaporto dei figli in caso di minorenni con genitori divorziati

La prima cosa da sapere sul rinnovo del passaporto dei figli è che fino al 27 giugno 2012 era possibile effettuare l’iscrizione del minore sul passaporto del genitore, ma che oggi questa procedura non è più valida e da questa data il minore più viaggiare all’estero solo con un documento di viaggio personale. I passaporti dei genitori con iscrizione dei figli minorenni rimangono validi solo per il titolare del passaporto fino a naturale scadenza.

Il passaporto dei figli diventa quindi un documento individuale a parte e si rende necessario per l’espatrio fuori dai confini europei, mentre per i Paesi UE è sufficiente, come per gli adulti, la carta di identità valida per l’espatrio.

Il passaporto dei figli ha due diverse tipologie di validità al fine di garantire l’aggiornamento della fotografia e quindi una maggiore sicurezza per i minori in viaggio; ha quindi validità triennale da 0 a 3 anni e validità quinquennale da 3 a 18 anni.

La domanda per il passaporto dei figli

Il sito di Agenda Passaporto è il nuovo servizio della Polizia di Stato per richiedere online il passaporto e prenotare giorno e luogo per presentare la domanda stessa, evitando così lunghe file negli uffici di polizia.

Nel caso di passaporto per un minore uno dei due genitori deve prendere appuntamento a suo nome e compilare poi tutte le altre parti con i dati del minore stesso.

La documentazione necessaria per il passaporto dei figli 

Al momento dell’appuntamento presso gli Uffici di Polizia si deve presentare la seguente documentazione:

  • il modulo stampato della richiesta passaporto firmato dai genitori;
  • un documento di riconoscimento valido del minore;
  • due foto formato tessera identiche e recenti;
  • il contributo amministrativo da€ 73,50 sotto forma di valore bollato;
  • la ricevuta di pagamento a nome del minore di € 42,50 per il passaporto ordinario.

Perché la domanda di rilascio del passaporto dei figli venga accettata deve essere presente il richiedente, anche se minore, al fine di legalizzare la sua fotografia e procedere al riconoscimento.

Genitori divorziati e rilascio passaporto dei figli

Per richiedere il passaporto dei figli minori è necessario l’assenso di entrambi i genitori  siano essi conviventi, genitori naturali, coniugati oppure separati o divorziati.

Anche nel caso di genitori divorziati infatti è necessaria la presenza di entrambi e il loro assenso.

Questi devono presentarsi presso l’ufficio per il rilascio della domanda e firmare l’assenso davanti al Pubblico Ufficiale che ne autentica le firme.

In mancanza dell’assenso dei genitori si deve essere in possesso del nulla osta del Giudice tutelare.
Qualora uno dei due genitori sia impossibilitato a presentarsi per la dichiarazione e la firma dell’assenso, il richiedente può allegare una fotocopia del documento del genitore assente firmato in originale e una dichiarazione scritta di assenso all’espatrio firmata anch’essa in originale.

Passaporto dei genitori separati

Un’attenzione particolare è rivolta dalla Legge al passaporto di genitori separati o divorziati con figli minori; al fine dell’ottenimento del passaporto in questi casi infatti, secondo l’articolo 3 della Legge 21/11/1967, n. 1185 è necessario il consenso dell’altro coniuge.

Questo consenso è una forma di tutela nei confronti dei minori e ha lo scopo di evitare per esempio che il genitore tenuto al mantenimento del figlio si trasferisca all’estero rendendosi irreperibile.

In caso di mancato consenso da parte dell’altro coniuge, colui che vuole fare richiesta del passaporto ha diritto di rivolgersi al Giudice tutelare, che in assenza di gravi e comprovati motivi, darà l’assenso al rilascio del documento.

 

CategoryDivorzio

Chiedi il parere di un esperto

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Conferma di non essere un robot